“È un noir anomalo, ‘Uno splendido inganno’, giocato sul doppio filo dell’inganno (vero) e della verità (ingannevole).”

Severino Colombo, Il Corriere della Sera

“Fazioli convince il lettore grazie alla trama, allo stile e alla profondità psicologica dei personaggi.”

Milano Finanza

“Il personaggio dell’investigatore Contini è convincente, con tocchi di originalità; Fazioli ha idee e una tecnica ormai collaudata”.

Felice Piemontese, Il Mattino

“Il pregio di questo singolare romanzo, ‘L’uomo senza casa’, molto svizzero (pensiamo a Dürrenmatt) nella sua cadenza analitica un po’ ruvida, sta anche nell’eccellente costruzione di lunghe scene corali a effetto.”

Giovanni Pacchiano, Il Sole 24 ore

“Con ‘Uno splendido inganno’ Fazioli costruisce una bella storia, scritta in modo raffinato ed elegante, che definire noir è riduttivo.”

Barbara Bottazzi, www.gliamantideilibri.it

“Attraverso i meccanismi dell’indagine su un caso di persona scomparsa, ecco che Andrea Fazioli svolge una indagine, parallela, sull’animo umano e sul significato di fallimento.”

Thriller café su "L'arte del fallimento"

“Dramaturgisch, erzählerisch und stilistisch ist Fazioli ein äußerst lesenswerter Kriminalroman geglückt.”

Hamburger Abendblatt

“Andrea Fazioli proietta il lettore in un mondo in cui nulla è come crediamo che sia.”

Paola Gregorio, Il Giornale di Brescia

“‘L’uomo senza casa’ si avvia piano e sicuro, con l’incedere di un percorso memoriale raffinato e suggestivo, per poi trasformarsi in una rincorsa sempre più frenetica e convulsa sulle tracce della verità.”

Sergio Pent, Tuttolibri

“Andrea Fazioli è tra i migliori autori
di polizieschi in italiano under 40”

Il Sole 24 Ore