Succede sempre qualcosa

Dal resoconto di viaggio alla divagazione sul tema, dal reportage narrativo fino al western, la prima raccolta di racconti di Andrea Fazioli.

Cosa succede se un narratore decide di recarsi, una volta al mese e per un anno intero, in un’anonima piazzetta di periferia? E se la temuta responsabile del personale di una grande azienda licenzia un giovane appassionato di tigri? Come si sopravvive a una discesa negli inferi del celebre Carnevale di Bellinzona o a una spedizione nel centro commerciale più grande d’Europa?
Forse per uno scrittore, come per ogni autentico lettore, il regno del possibile e il mondo reale sono più vicini di quanto si tenda a credere. Così, nei racconti che compongono questo libro realtà e finzione convivono felicemente, e può capitare che un personaggio inventato sia più vero di un io narrante di nome Andrea. Ciò che importa, dopo tutto, sono la freschezza delle loro voci e la commovente imponderabilità dei loro destini.

«Ero un bravo cowboy, ma successe qualcosa».
«Già, è così. Succede sempre qualcosa».

Da Ombre Rosse, film di John Ford (1939)

Presentazioni:

6 luglio, Lugano, Longlake Festival (Park&Read, Ciani) , ore 18.30. Con Massimo Gezzi.

7 luglio, Bellinzona, Libreria Taborelli (firma copie), ore 11.30

12 luglio, Bellinzona, Festival Territori. Con Lorenzo Erroi.

data da definire, Milano. Con Marco Rossari.

Indietro

Iscriviti alla newsletter.